RASSEGNA STAMPA

Suania Acampa

Immagine

La forza dell’Amore: “Ho Scelto Te” il libro intenso di una giovane autrice, Suania Acampa.

Suania AcampaIl mondo dei giovani visto da un’adolescente.  Nel libro di Suania Acampa, appena 20 anni, la Napoli di questi anni e le tante difficoltà e problematiche dei liceali partenopei.Il Golfo di Napoli, si sa, è da sempre residenza delle più belle sirene, che in quel mare, si dilettano nel comporre canti. E tutt’ora, nonostante i giovani sembrino più legati alla TV e PC piuttosto che alla compagnia di un bel libro, c’è qualcuno che, anche a soli 15 anni, dopo aver tanto letto, ha deciso di scrivere un libro che parla d’amore, “Ho Scelto Te” (Graus Editore, 166 pag.). 

<<Il mio libro – spiega l’autrice – parla essenzialmente d’amore sotto i più svariati aspetti: l’amore per l’altra persona, l’amore per un sogno: quello nel mondo della danza, l’amore per la propria città>> Infatti il tema dell’amore fa da cornice ad un argomento un po’ più particolare, la lotta alla criminalità.  Una sera d’estate Roberta, Alessia e Martina si scatenano in discoteca. Tra sguardi rubati, sorrisi ammiccanti e risate innocenti, Roberta incontra Davide. Tra i due ragazzi si accende, da subito, una scintilla. L’esame di maturità è alle porte, Roberta s’impegna per realizzare il suo sogno di diventare una ballerina, Davide ha un’altra, ma la vita non concede nessuna pausa: si deve scegliere… senza esitazioni. La forza di una complicità esplosiva riuscirà a vincere la stabilità di un rapporto profondo? Da tante generazioni i ragazzi vanno alla ricerca dell’Amore con la A maiuscola, le modalità delle loro scelte cambiano con i tempi, ma alla base rimane sempre la voglia di dire: Ho Scelto Te. <<L’amore – continua Suania – non può essere semplice affetto, non è abitudine o gentilezza, l’amore è follia, è il cuore che batte a duemila, è la luce che scende di sera in pieno tramonto, è la voglia di alzarsi al mattino solo per guardarsi negli occhi. Per scrivere il mio libro mi sono semplicemente guardata intorno, la gente è un enorme baule di  emozioni e sensazioni, basta avere la sensibilità  giusta per saperle cogliere.>>. Un libro per i giovani scritto da un’adolescente, ma non solo. Il libro di Suania Acampa può essere utile anche per gli adulti,per osservare e capire il mondo di chi è adolescente. <<Tutti sono stati adolescenti e tutti hanno vissuto – continua la scrittrice – almeno una volta quelle situazioni, quei Sabato sera.>> Dare spazio ai giovani non è uno slogan pubblicitario, ma un’idea di fondo di una società che guarda al futuro con occhi nuovi. 

Articolo di Andrea Acampa.

Immagine

logo20mattino_bisMartedì 9 Giugno 2009

L’esordio: Acampa il romanzo dei ragazzi con l’mp3.

Suania Acampa

FRESCA l’età, decisa la scrittura, forte l’energia positiva che muove la neodiciottenne Suania Acampa in Ho Scelto Te (Graus editore, pagg 172 euro 10). Un autentico romanzo di formazione: dell’autrice, nei due anni di fatica letteraria prevalentemente estiva, e dei personaggi, animati dalla spinta alla vita e dalla carica dei pensieri. Acampa presenta autentici spaccati napoletani: il panorama di riferimento toccato è nei corpi felicemente sudati e un po’ trasognati dei suoi compagni, travolti nella carica emotiva della dj music in una domenica sera di via Campana a Pozzuoli.

Da qui prende l’avvio la storia di Martina, Alessia, Deborah, Nicola, Francesco e Simona che nell’altalena dei sentimenti vanno nella direzione della vita. C’è l’innamoramento allo stato nascente di Davide e Roberta con progetti di là da venire; c’è il senso dell’amore declinato a trecentosessanta gradi improntato a un romanticismo fine a se stesso, ma dando forma allo slancio nella città, nell’arte, nella poesia o nel senso dell’amicizia. Ci sono le serate sotto la montagna di Capo Miseno, il suo mare e la sua luna. Tra squarci di quotidianità scolastica al “Virgilio” o al “Sannazaro”, tra pomeriggi di studio in vista degli esami, Suania Acampa delinea la dimensione reale dei giovani della sua età, nei ritmi accesi degli mp3 e nelle connessioni in msn tra le note di Vasco Rossi, dei 99 Posse o di Biagio Antonacci, ma tutto sommato con i piedi ben piantati a terra. A confronto con le idee del sacrificio e del coraggio dell’impegno e della costanza, i ragazzi di Ho Scelto Te sono colti mentre cercano la dimensione reale delle loro identità in un progetto compiuto di esistenza. E’ questo il vero punto di forza del romanzo della giovane Suania Acampa, che offre nell’utilizzo a margine del colore narrativo il Amosquita un interiore valenza espressiva.

L’unione fra Davide e Roberta , che dedica metà del suo tempo alla dedizione della danza e all’aspirazione di ballerina, sembra quasi un pretesto nell’impianto del discorso amoroso. Mentre è vissuto nelle prime intensità tra l’intonazione agli aforismi di Jacques Prévert, al ristorante <<La cantinella>> e lo sfondo armonico fra Mergellina e Castel dell’Ovo. Gli incontri, negli alti e bassi dei turbamenti, disillusioni e possibili tradimenti, darà il resoconto di questa traccia. Proiettando Roberta verso nuovi orizzonti del corpo di ballo di Milano, mentre al di là delle attese Davide l’affiancherà. Di qui, non a caso l’incrocio delle dita nell’efficiente riquadro della copertina.

Nadia Fiore  

Immagine

Una Ragazza Eccezionale: 

Suania AcampaSuania Acampa autrice del libro: Ho scelto te, pubblicato da Graus Editore.

 -Ciao Suania, iniziamo subito con il conoscerti: parlaci di te!  – “Salve! Beh, che dire? Sono una ragazza napoletana, ho 18 anni, e ho iniziato a scrivere il mio libro a 15 anni”.

 -Così piccola? E cos’è che t’ha spinto a scrivere? – “Io ho sempre avuto un rapporto particolare con la scrittura, fin da piccola scrivevo qua e là… Ma non mi sono mai sentita una scrittrice, infatti questo racconto è nato come l’ennesima prova che davo a me stessa. A tratti non credevo nemmeno di riuscire a finirlo, infatti averlo pubblicato è ancora verosimile per me…

-A quanto pare, invece, ci sei riuscita! Il tuo libro tocca vari argomenti, vorresti descriverceli? – Certo! Il mio libro parla essenzialmente d’amore. Sono le storie, le amicizie, gli amori, le delusioni, le speranze e le notti in bianco dei ragazzi della napoli “buona;” quella che troppo spesso è oscurata dai tanti altri problemi che ci procura questa Città.”

-E’ una cosa molto bella. Ci pare di capire, dunque, che è un romanzo ambientato tra le strade di Napoli, ci racconti un po’ la trama? – “La vicenda si apre con una sera d’estate in discoteca: tra sguardi rubati, sorrisi ammiccanti e risate innocenti, Roberta incontra Davide. Tra i due ragazzi si accende, da subito, una scintilla. L’esame di maturità è alle porte, Roberta s’impegna per realizzare il suo sogno di diventare una ballerina, Davide però ha un’altra. Ma la vita non concede nessuna pausa: si deve scegliere…senza esitazioni. Intanto però, tra le vicende di Davide e Roberta, il libro ci catapulta tra altre storie, altri amori: Francesco e Simona, Alessia e Patrizio,Martina e Alessandro, tutti inevitabilmente collegati tra loro. Passioni, amicizia e sogni: ognuno diverso dall’altro, ma con la stessa, particolare conclusione”.

 -Bene. Un’ ultima domanda Suania… quanto c’è di te in questo libro? – “C’è tanto, davvero tanto.Non è una biografia, ma in quelle storie c’ho messo dentro tutte le emozioni, che la mia Città e le persone che ne fanno parte, ogni giorno mi danno.”

 -Grazie mille! Salutiamo Suania, che ci lascia leggere, una piccola parte del suo libro. “Grazie a voi per avermi concesso un piccolo spazio tra le vostre pagine on line.”

  Paoletta Gadda

Immagine

logo30/05/2009

Mi-web intervista Suania Acampa, autrice di “Ho Scelto Te”.

Suania Acampa Il Golfo di Napoli, si sa, è da sempre residenza delle più belle sirene, che, in quel mare, si dilettano   nel comporre canti.   E tuttora, nonostante i giovani sembrino più legati a TV e PC piuttosto che alla compagnia di un bel  libro, in quella città c’è qualcuno innamorato della letteratura. Suania Acampa, di soli 17 anni, dopo aver tanto letto, ha deciso di scrivere un libro che parla d’amore, “Ho scelto te”.   La ‘Grauseditore‘ lo ha pubblicato e noi di ‘Mi-web‘ abbiamo incontrato la giovane autrice.

-Chi è Suania Acampa?
Suania è una ragazza di 17 anni, napoletana, che un bel giorno, all’età di 15 anni, si mette in testa, di scrivere un libro.
-Di cosa parla il tuo libro?
Il mio libro, “Ho scelto te”, parla essenzialmente d’amore sotto i più svariati aspetti: l’amore per l’altra persona, l’amore per un sogno, quello nel mondo della danza, l’amore per la propria città. Infatti il tema dell’amore fa da cornice ad un argomento un po’ più particolare quello della lotta alla criminalità.
-A cosa ti sei ispirata? 
Mi sono semplicemente guardata intorno, la gente è un enorme baule di emozioni e sensazioni, basta avere la sensibilità giusta per saperle cogliere.
-C’è qualcosa delle tua vita nel libro?
Si, sicuramente. C’è la danza, l’amore, la mia città, le mie amicizie. Un libro è sempre lo specchio dell’anima dell’autore. Ma , attenzione, il mio libro non è un’autobiografia.
-Ti identifichi in qualcuno dei tuoi personaggi?
Si, sicuramente mi rispecchio in ‘Roberta’: la protagonista.
-Da quando hai questa passione per la scrittura?
Da quando sono piccola. Scopiazzavo frasi da poesie e libri di favole. Ho un quaderno pieno di cose che  scrivevo da bambina. La scrittura e la letteratura hanno sempre fatto parte della mia vita.
-Immagino che, quindi, ti piaccia anche leggere…
Molto. Come ho già detto amo la letteratura, soprattutto quella italiana.
-Vai particolarmente bene in “Italiano” a scuola?
(Ride – Ndr) Sì, è l’unica materia che insieme a Filosofia e Storia studio per bene. Ma non significa nulla. Tutti possono scrivere un libro, anche chi non va bene in italiano, d’altronde Einstein andava male in matematica.
-Il tuo libro è uno spaccato del mondo dei giovani, pensi possa servire anche agli adulti per capirci meglio?
Assolutamente si. Tutti sono stati adolescenti e tutti hanno vissuto, almeno una volta quelle situazioni, quei sabato sera, quegli amori. Siamo figli di una generazione troppo spesso criticata, e ricca di superficialità. Dare spazio a giovani non è uno slogan pubblicitario, ma un’idea di fondo di una società che guarda al futuro con occhi nuovi.
-Qual è il tuo sogno nel cassetto?
La danza, come ho scritto nel libro, è sempre stato il mio sogno nel cassetto. Ma ho sempre amato scrivere, e spero di poter continuare a farlo.
-A quale scrittore/scrittrice ti piacerebbe assomigliare?
Amo i classici italiani come Dante, Foscolo, D’Annunzio. Ma ho una grande stima e un affetto infinito pe rRoberto Saviano. Un eroe al pari di Falcone e Borsellino.
-C’è qualcosa del tuo libro, “Ho scelto te”, che dovremmo assolutamente sapere?
Che è un libro che vale la pena leggere. Non troverete grandi riflessioni filosofiche o roba del genere, è semplicemente uno scorcio di vita quotidiana, un mondo vivo, ricco di idee e di errori, un mondo di teste matte, continuamente vivo, in ebollizione cognitiva…

Fabrizio Capecelatro 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...