Francesca Morvillo: “Si dice che nella vita ci si innamora davvero solo tre volte…”

“No, non voglio pensare a quello che potrebbe succedere a Giovanni, lui deve continuare il suo lavoro, la sua vita è questa, non potrebbe farne a meno, e io devo stargli accanto”. Francesca Morvillo Falcone aveva scelto per compagno un uomo che aveva messo al primo posto il lavoro e gli ideali. Francesca sapeva bene di rischiare la vita per il semplice fatto di essere la moglie di Giovanni Falcone. Eppure lo amava. Si amavano molto.

Falcone_MorvilloGiovanni Falcone e Francesca Morvillo sono morti insieme, estratti ancora vivi dalla Fiat Croma bianca che viaggiava sull’autostrada A29. Francesca aveva 46 anni quando è morta, cinque ore dopo la strage, era un magistrato anche lei, come Falcone, come il padre Guido, come il fratello Alfredo, sostituto procuratore a Palermo nel pool antimafia. Anche questo divideva con l’uomo della sua vita, conosciuto dopo un primo matrimonio per entrambi andato male.

Francesca_Morvillo_e_Giovanni_Falcone“Il nostro futuro è incerto” era la terribile croce da portare, una vita blindata, continuamente sotto scorta, i cui agenti sono deceduti con loro. Il loro amore, seppur tardo, non era un’ avventura, il loro è stato un amore che è durato fino alla morte. Il matrimonio, nel 1990, “a mezzanotte come i ladri” e poi niente figli, troppo pericolo. A casa, i Falcone avevano due scrivanie piene di fascicoli, ognuno il suo lavoro, poche rampe di scale più giù, viveva la mamma di Francesca con la quale la donna usciva spesso.“Felicità – aveva confidato la signora Falcone ad un’ amica – è andare in centro a far compere con mia madre”. Lui in caserma, lei a casa . Poi il weekend Falcone la raggiungeva a Palermo. Lei, a bordo della macchina blindata, correva all’aeroporto. Si abbracciavano e si tenevano per mano: andavano al cinema, a teatro, a mangiare pesce, e soprattutto al mare perché Falcone, diplomato all’accademia navale, si divertiva in barca a vela. Se lui non poteva, era Francesca a volare a Roma da Giovanni.
È proprio vero che dietro un grande uomo c’è una grande donna, perché Francesca è morta dilaniata da una carica di 500 chilogrammi di tritolo mafioso, insieme all’uomo che aveva deciso di seguire sempre, di sostenere sempre, di condividere tutto insieme sempre. 

Si dice che nella vita ci si innamora davvero solo tre volte: la prima volta da adolescenti, la seconda crediamo sia quella definitiva, ma la terza è per sempre. – Francesca Morvillo Falcone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...